Fine del supporto di Windows 7 nel 2020

Il 14 Gennaio 2020 Microsoft dirà addio allo storico sistema operativo. Cosa significa? Cosa fare per non arrivare impreparati?
WINDOWS 7 IMMAGINE
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email

Addio Windows 7: la fine del supporto di Microsoft.

Dal 14 Gennaio non sarà più possibile operare sul sistema Windows 7.

Precisiamo subito, la fine del supporto di Windows 7 non comporterà che  il sistema operativo installato sul computer smetterà di funzionare, non si accenderà o non farà più svolgere determinate operazioni, ma semplicemente non potrà più godere della dovuta attenzione da parte di Microsoft.

Cosa significa e cosa comporterà tutto questo?

Prima di andare avanti, vogliamo far presente che è importante non farsi cogliere impreparati anche per  non correre un altro rischio importante:  ovvero la data breach (violazione dei dati). Con l’entrata in vigore del GDPR ( se non sai cos’è o vuoi approfondimenti leggi il nostro articolo) infatti si stabilisce che non si possano avere nella rete aziendale dei computer con sistemi operativi che non sono più supportati.

Microsoft ha dato alcune informazioni per chiarire la situazione in questa pagina. In ogni caso vi riportiamo le principali domande e risposte per poter affrontare al meglio questo cambiamento.

Cosa significa la fine del supporto?

Dopo il 14 Gennaio 2020 i cambiamenti principali saranno tre: stop al supporto tecnico quindi non sarà più possibile aprire ticket per la risoluzione dei problemi. Stop al rilascio di nuove patch, quindi non saranno più rilasciati aggiornamenti relativi alla sicurezza, correttivi o migliorativi. Infine stop al supporto da parte di Microsoft o altri vendor esterni.

Cosa posso fare?

La soluzione migliore per tutti gli utenti di Windows sarebbe quella di passare a un nuovo dispositivo con Windows 10. Un’altra maniera potrebbe essere quella di passare a Windows 8, ma è una scelta meno conveniente se consideriamo che Microsoft ha già annunciato la data di fine supporto.

Cosa accade se continuo ad utilizzare Windows 7?

Se continui a utilizzare windows 7 dopo la fine del supporto, il tuo pc continuerà a funzionare ma diventerà più vulnerabile a rischi , ai virus e non riceverà più da Microsoft gli aggiornamenti software ( inclusi quelli sulla sicurezza). Una decisione rischiosa in quanto tali aggiornamenti hanno l’obbiettivo di proteggere il computer da virus , spyware e altri software dannosi che possono carpire informazioni personali.

Tuttavia le aziende che decideranno comunque di continuare ad utilizzare Windows 7 potranno aderire alla soluzione Windows 7 Extended Security Updates (ESU). Questo permetterà di mantenere la sicurezza del sistema operativo, ma l’update sarà a pagamento ed il costo aumenterà di anno in anno fino al 2023.

Le nostre soluzioni

Il ritiro definitivo del supporto per Windows 7 non sarà quindi uno scenario apocalittico. L’importante è arrivare con consapevolezza alla data del prossimo anno conoscendo i passaggi utili per non trovarsi impreparati all’appuntamento.

Contattaci per valutare e trovare assieme la soluzione più adatta alla tua realtà.